Durante la presentazione del Google Marketing Live 2018 a San Jose in California della scorsa settimana, sono state annunciate diverse novità per aiutare gli esperti di marketing a ottenere migliori risultati di business su un pubblico sempre più curioso ed esigente. Noi del gruppo 360, in quanto partner di Google, abbiamo avuto la possibilità di assistere in anteprima alla presentazione, riuscendo a scovare alcune delle novità più interessanti del Google Marketing Live 2018 che verranno implementate nei prossimi mesi.

Sridhar Ramaswamy (Senior Vice President di Google Ads) ci ha ricordato, durante il suo intervento iniziale, che “la gente non vede il valore della pubblicità se non si sente valorizzata dalla pubblicità“. Seguendo questo asset, Google ha sviluppato una strategia per ottenere un “Advertising that works for everyone with better results”.

Per raggiungere questo goal l’azienda californiana ricorrerà alla machine learning. Sarà proprio l’intelligenza artificiale il motore che supporterà e aiuterà le aziende nel creare annunci search personalizzati, fare offerte d’asta per campagne su YouTube e spingere le proprie campagne shopping e locali.

Con il Google Marketing Live 2018, Google ha inoltre deciso di riorganizzare e semplificare i suoi canali trasformando Google AdWords in Google Ads, che dai prossimi mesi diventerà una piattaforma in grado di offrire semplici soluzioni orientate al pubblico, ospitare adeguatamente annunci pubblicitari su ricerca, visualizzazione, mappe, video, in-app e altro senza generare confusione. I vantaggi di questa trasformazione includono una migliore gestione e misurazione delle campagne con analisi più semplici.

In un mondo in cui le persone trascorrono un tempo su dispositivi mobile che è 4 volte maggiore di quello da desktop, Google ha inserito nelle sue metriche di analisi anche un punteggio di caricamento delle pagine di destinazione da mobile. Questo punteggio da 1 a 10 evidenzierà le aree che forniscono un’esperienza utente rapida ed efficace e contrassegnando le aree di miglioramento. Per le piccole realtà aziendali vi sarà inoltre la possibilità di creare landing page ottimizzate automaticamente da correlare agli annunci creati attraverso uno strumento di grafica. Ovvio che le idee e le strategie rimangono fondamentali.

Vediamo quali saranno tutte le altre novità dei prossimi mesi annunciate durante il Google Marketing Live 2018:

Google Marketing Live 2018: i nuovi annunci search responsive

Per abbracciare le esigenze del pubblico, Google ha ideato nuovi annunci search responsive. Questi nuovi formati, con l’aiuto della machine learning, permetteranno di ottenere diverse combinazioni di annunci adattabili a ogni query ricercata dagli utenti secondo le loro esigenze e preferenze di navigazione. Uno dei cambiamenti più importanti per la pubblicità sui motori di ricerca da quando AdWords è nata.

Insieme a questo, Google massimizza la pertinenza di un annuncio e la sua performance, in questo modo a breve sarà possibile misurare in maniera più efficace i KPI delle aziende.

Da un punto di vista creativo l’idea più performante può essere messa alla prova in maniera ancora più precisa.

Google massimizza la pertinenza e il rendimento su YouTube

Ogni giorno la gente guarda oltre 1 miliardo di ore di video su YouTube. Quasi 1 acquirente di auto su 2 afferma di rivolgersi a YouTube per informazioni prima dell’acquisto. Ciò significa che è fondamentale che gli annunci video vengano visualizzati al momento giusto per il pubblico giusto.

Il Maximize lift, permetterà di raggiungere le persone più inclini a considerare un brand dopo aver visto un annuncio video. Anche questa nuova strategia di Smart Bidding si basa sul machine learning. Aggiusta infatti automaticamente le offerte al momento dell’asta per massimizzare l’impatto che gli annunci video hanno sulla percezione del marchio nel corso del viaggio del consumatore.

I contenuti video conteranno sempre di più e potranno essere anche loro misurati anche per il percorso che l’utente farà in rete.

Aumento del traffico in negozio con le Local Campaigns

In un contesto in cui le ricerche “vicino a me” sono aumentate drammaticamente da dispositivi mobile e in cui l’80% degli acquisti avviene ancora offline, con il Google Marketing Live 2018 si inseriscono le Local Campaigns, un nuovo tipo di annuncio pubblicitario progettato esclusivamente per portare visite nel punto vendita.

Sarà sufficiente fornire poche e semplici informazioni (la posizione del punto vendita e la creatività) e Google ottimizzerà gli annunci sulle diverse piattaforme per aumentare il traffico in negozio utilizzando dati anonimi provenienti dagli utenti che hanno eseguito l’accesso e hanno scelto di attivare la cronologia delle posizioni.

Informazioni dagli utenti che possono a questo punto essere utilizzate in una strategia di drive to shop più evoluta.

Ottenere il massimo dalle campagne Smart Shopping

Anche per le campagne Shopping ci saranno novità. Le campagne di Smart Shopping permetteranno di raggiungere gli obiettivi senza la necessità di gestire manualmente e fare offerte per singoli prodotti o parole chiave.

Oltre a massimizzare il valore di conversione, ci sarà anche la possibilità di selezionare sia le visite in negozio sia nuovi clienti come obiettivi da raggiungere.
Il machine learning, infatti, tiene conto della probabilità che un clic porti a uno di questi risultati e di conseguenza aiuta ad aggiustare le offerte.

Google Marketing Live 2018: qual è il futuro per le aziende?

Il futuro verso cui si sta spingendo Google è semplice per i piccoli inserzionisti e ancora più ricco di possibilità per i big spenders.

Il machine learning permetterà da un lato di realizzare strategie più sofisticate, dall’altro appiattirà la comunicazione e risultati verso chi userà l’intelligenza artificiale al posto della propria.

Essere parte del gruppo 360 e quindi partner di Google, ci ha fornito la possibilità di partecipare al Google Marketing Live 2018 e di approfondire tutti gli strumenti con cui disegnare campagne e perfezionare le strategie. Quale sarà la prossima sfida?