Circa un milione e duecentomila persone utilizzano ogni giorno la metropolitana di Milano, le campagne di sponsorizzazione nella rete sotterranea garantiscono una grande visibilità per le aziende che decidono di investire in questi luoghi.
Personalizzare uno spazio vuol dire renderlo estensione del core business per l’azienda e immediatamente riconoscibile per l’utente finale. Questo è l’obiettivo perseguito da Allianz e Assicurazioni Generali nel progetto per la customizzazione della fermata della linea M5 Tre Torri situata nel cuore di CityLife.

A seguito del via libera del comune di Milano per la sponsorizzazione degli spazi della metropolitana, a fine gennaio sono partiti i lavori di allestimento proprio al di sotto dei grattacieli che ospiteranno le sedi delle due aziende. Per i prossimi 10 anni, Allianz e Generali si spartiranno le aree della stazione per comunicare ai cittadini le loro personalità e mission.

LE ATTIVITÀ DI WELL360

Il design dell’intervento creativo per Allianz, interamente curato e sviluppato dall’agenzia Well360, si ispira nelle texture e disegni all’estetica futuristica di Arata Isozaki, architetto dell’Allianz Tower insieme ad Andrea Maffei.
Il progetto accompagna idealmente i passeggeri in un viaggio intorno al mondo attraverso gli edifici Allianz più iconici.

Il team Well, nelle persone di Stefano Cresci, Cristiano Ceretti, Giusy Forcina, Simone Parma e Giulia Ronchi, sotto la direzione di Mauro Rossi, CEO dell’agenzia, ha realizzato tutte le illustrazioni e studiato la valorizzazione degli edifici attraverso l’inserimento di dettagli metallizzati e dall’uso di forme geometriche nei toni del blu.
Il risultato è una vera e propria esperienza visiva, una finestra sul mondo Allianz, nonché un’anticipazione su ciò che i passeggeri troveranno in superficie.

Well360 si è inoltre occupata dell’installazione tecnica sia per Generali che per Allianz, coinvolgendo le aree delle banchina d’attesa, i piani ammezzati e le scale, accompagnando gli utenti dal treno fino alla soprastante Piazza Tre Torri. Il progetto, inoltre, prevederà nei prossimi mesi l’installazione di monitor e pannelli retro-illuminati per risaltare al meglio strutture e contenuti.